Posted by & filed under Attività SEO, Evoluzione, News importanti
reading time: 2 minutes

Come tutti gli anni ormai il buon Rand racconta coi numeri i sospetti di tanti SEO sparsi per il pianeta.

Impressionante attenzione ai social

La grande onda del cambiamento ha impattato prima di tutto sulle antenne dei SEO (sempre più preoccupati per cosa potrà avvenire alla loro professione nei prossimi anni) che vedono nel 2011 l’anno della radicale impennata dei segnali definiti “sociali” per il calcolo della pertinenza tra una keyword chiesta al motore di ricerca e i relativi risultati proposti dal motore di ricerca.

Andatevi e vedere tutti i grafici delle previsioni di SEOMoz dedicate ai fattori di posizionamento secondo il questionario annuale proposto a tutti i SEO del loro network.

Social sti-cazzi

Resta da capire cosa veramente significhi “segnale social” visto che teoricamente tutto l’interwebs dovrebbe essere dedicato agli utenti, no? Apparentemente no :-)

Tra i segnali di posizionamento non-sociali degni d’attenzione c’è invece una simpatica new entry, il cui significato è tutto da interpretare: domain level keyword agnostic features. Funzionalità Agnostiche? ragazzi qui siamo ai livelli del SEO ROBOT… non lo linko un’altra volta, piuttosto l’interpretazione di Mauro è:

Domain Level Keyword Agnostics: questo fattore riguarda le parole chiave non in relazione ai link e ancore bensì ad altri aspetti come la lunghezza del nome del dominio, la quantità di pagine 404 in un sito, l’assenza o meno di contenuti duplicati all’interno del sito;

Scarsità di segnali? Bruciori di stomaco? Provate con parole buttate lì a casaccio!

La svalutazione del link come segnale di posizionamento

Vista la bulimia da links, ci stiamo aspettando la svalutazione da tempo (anche se per esempio molte grandi aziende stanno investendo come forsennate in link building, sull’onda delle mode degli anni passati). Molto interessanti le previsioni sulle svalutazioni dei links.

nostalgia molesta

Ora seriamente, davvero passeremo tutta la giornata sul grande fagocitatore di internet? Ma vi ricordate quando mIRC era tutto il real-time di cui avevamo bisogno?

PS: ti ricordo la vecchia e sempre attuale lista di Vaughn, in inglese, un altro bell’aggiornamento ai segnali è su Backlinko.

 

5 Responses to “Fattori di ordinamento sui motori di ricerca”

  1. Marco (emarketmedia.net)

    Secondo me in questo periodo tra social, panda e tutto il resto, gli allarmismi inutili e le news “di fantasia” aumentano sempre più.

    Ho notato in ogni caso un maggiore controllo della situazione negli USA.. qui da noi in Italia leggo ogni tanto nei forum delle osservazioni su questi fenomeni che sono alquanto imbarazzanti!

  2. Benedetto Motisi

    Boia…quanto era bello mIRC.. il fatto che me lo ricordi vuol dire che sto (stiamo) invecchiando o qua le cose corrono troppo veloci :) ?

    Due parole sul depotenziamento delle URL a corrispondenza esatta: finché non lo vedo, non ci credo.

  3. Benedetto Motisi

    Scusami, mi sono espresso male :) Intendo, nel senso che perderà sempre di più peso come fattore di ranking !

Trackbacks/Pingbacks

  1.  Guide SEO 2011 – Tutte Gratis | go@ SEO
  2.  Fiducia (sui motori di ricerca) | go@ SEO

Leave a Reply

  • (will not be published)