Posted by & filed under Evoluzione, insider
reading time: 1 minute

Google UK e IT stanno facendo qualche telefonatina per far attivare i profili aziendali di Google Plus e i Rich Snippets ai cosidetti “top partners” anche in Italia. Non ho potuto evitare un clamoroso “vel’avevo detto“. Senza il colpo di telefono, ho il sospetto che il web sarebbe rimasto inerte. Ha inizio la grande operazione di pre-masticazione delle entità, tassonomie e supercazzole per aiutare il motore di ricerca a fare il suo lavoro (ocio, pare prediligano i microdata)

Ricordo per i volenterosi implementatori non assunti da google:

Praticamente?

c’è questo plugin per wordpress: PoolParty che crea dei tooltip compatibili (in parte) con la filosofia linked open data, linkando dbpedia.

2 Responses to “Profili Google+ e Rich Snippets FTW (dai, dopo 2 anni ci arriviamo!)”

  1. Marco Antonutti

    Per i microdata da giugno la documentazione tecnica completa è schema.org, che è stata stilata da google e yahoo/bing (al tempo separati). Comunque, secondo google, lui ancora supporta sia data-vocabulary che altri metalinguaggi (rdfa, microformat).
    A mio avviso molto meglio adeguarsi da già adesso a schema.org, anche se gestisce alcune cose in maniera un po’ più macchinosa.

Leave a Reply

  • (will not be published)